This page has been translated from English

When We All Get To Heaven ... L'amore e l'uguaglianza

Nella storia di Harrison Bergeron, di Kurt Vonnegut jr, il mondo ha adottato misure per costringere tutti ad essere uguali. L'atletica sono fatti per portare pesi, in modo che non sarà più in grado di di quelli più deboli. Il bello e belle sono costretti a indossare maschere, un naso di gomma, anche berretti neri sui denti, in modo da non essere più fisicamente attraente di chiunque altro. Quelli di intelligenza superiore deve ascoltare i suoni irritanti distrazione su una cuffia radio, per impedire loro di essere in grado di pensare, in modo che siano effettivamente fatti per essere di intelligenza media. Harrison, un genio bello atletico è imprigionato per il suo atteggiamento di anticonformismo. Rifiutandosi di vivere in questo modo, fugge, getta il suo handicap forzata, fa un impressionante danza balletto in televisione, ed è girato. Fine della storia. Questo per quanto riguarda gli sforzi dell'umanità per rendere tutti uguali.

Stavo pensando di amore di Dio oggi, e questa storia è venuta in mente, in quanto radicalmente diverso l'uguaglianza modo in cui viene trovato in Dio. E anche, proprio come Dio vede le persone diversamente da come le persone vedono vicenda. Perché sembra che Dio vede tutti uguali, sempre, mentre noi no. Dio vede tutti i peccatori perduti come persone ugualmente peccaminoso, se hanno un solo peccato o di molti, se è stato omicidio, o cupidigia nel loro cuore. E Dio ama tutti gli uomini peccatori perso comunque, uno quanto l'altro - come Dio ha mandato il suo Figlio a morire per tutti, e per nessuno di loro, che potrebbero scegliere di accettare lui.

E Dio manda i suoi pioggia e sole su di loro altrettanto giusti, a prescindere se scelgono di amare Dio o no. E il loro aspetto o intelligenza è irrilevante, come lo sono i loro risultati, o come sono stimati, o no, dal mondo degli uomini. A Dio, tutti sono ugualmente amati, nonostante tutto.

E noi tutti sono ugualmente meritevoli di quell'amore, esseri peccatori, la cui offerta della nostra "opere di giustizia sono come un abito sporco". Piuttosto, Dio ci ama perché Egli è buono, non perché siamo buoni abbastanza per meritarlo. E solo Lui ci permette di vera giustizia, e di buoni frutti e lavori, rimaniamo in lui.

E tra i santi, Gesù ha chiarito che la sua volontà è per noi di "amare il prossimo tuo come te stesso" e "trattare gli altri come vorresti essere trattato". Non ci sono state le qualificazioni dato a tale proposito.

Non "ama il prossimo tuo come te stesso, se si stima come uguali a te (e quindi il prossimo) a causa della ____ e ritenuto degno e meritevole di amore a causa della ____."

Ma piuttosto, l'uguaglianza è implicito, che la parità deve essere assunto come un dato di fatto, senza alcun motivo ulteriore, indicando che la verità è che siamo tutti uguali agli occhi di Dio.. E così come la verità è che siamo tutti uguali, vicini di casa, uno non più degno di amore di un altro, per qualsiasi motivo, ci è comandato di riflettere sul fatto che la verità in "ama il prossimo tuo come te stesso".

Ciò che le persone messe in quegli spazi vuoti, per qualificare qualcuno come il prossimo, per qualificare una persona che è degna di elargire amore su, sono sempre bugie. E posso dire con sicurezza che sono sempre bugie, cose brutte, cose sbagliate, perché tutto ciò che potrebbe essere usato come una scusa per disobbedire a questo comando diretto di Dio, deve essere contro Dio e la verità.

Alcuni dei più grandi scuse, in quanto riguardano all'interno della chiesa, sono coperte nella dichiarazione,

"Non c'è né Ebreo né Greco, non c'è né schiavo né libero, non c'è né maschio né femmina, poiché tutti voi siete uno in Cristo Gesù. E se voi [essere] di Cristo, allora siete discendenza di Abramo, eredi secondo la promessa. "Gal 3,28

Le scuse di qualsiasi tipo di razzismo, di colore della pelle, nazionalità, qualsiasi tipo di differenza di classe, gerarchia sociale, ricchi o poveri, e qualsiasi forma di sessismo, sono tutti annullati in questo. E le ragioni che sono dati per aiutare a spiegare questo sono più che sufficienti per annullare qualsiasi altra scusa si possa venire in mente, se capita.

La prima ragione è che siamo tutti uno in Cristo Gesù. Questo si riferisce a tutte le parti ci sia del corpo di Cristo, dove Cristo è il capo di quel corpo. Siamo braccia e gambe, mani e piedi, occhi e orecchie, dita delle mani e dei piedi, del corpo di Gesù Cristo, che è lo stesso capo del corpo. E diverse parti del corpo ci sono rappresentano le varie funzioni ci sono state date nel corpo, i doni dello Spirito Santo e le chiamate di Dio. Non siamo gli ebrei più o Greci, schiavi o liberi, maschi o femmine, ma siamo tutti parte dello stesso corpo, ciascuno essenziale per esso, parti di un altro.

Ora, indipendentemente da razza, sesso o classe, funzione legati insieme come apostoli e profeti, e gli insegnanti, ed evangelisti, e pastori, e consiglieri e aiutanti, e guaritori, e così via.

"Come può l'occhio dire alla mano, non ho bisogno di te?" Come si fa parte di un corpo dicono che è più meritevole di amore di un altro, delle scuse, se una parte è infortunato non tutto il corpo tutti soffrire? E se una parte è bene, non è tutto il corpo meglio per questo? Come può una parte del corpo cercano di negare che si tratta di un vicino di casa con un'altra parte del corpo stesso? Come può l'invidia o odio mano l'occhio, si rifiutano di aiutarla, o cercare di danneggiare esso? Non sarebbe follia?

E i doni e la chiamata di Dio sono dati a beneficio di tutto il corpo, e di servire il corpo in amore,

"Come mai allora, fratelli? quando vi radunate, ciascuno di voi ha un salmo, ha una dottrina, ha una lingua, ha una rivelazione, ha una interpretazione. Facciamo tutte le cose essere fatto a edificante ... Così anche voi, quanto che siete zelanti di spirituale [regali], cercare affinché possiate eccellere per l'edificazione della chiesa. "(1 Cor 14:26,12)

"Infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà; solo [utilizzare] non libertà per l'occasione alla carne, ma per carità siate a servizio gli uni gli altri. Per tutti la legge è adempiuta in una parola, [anche] in questo;. Ama il tuo prossimo come te stesso "Gal 5,13-14

I doni e le chiamate non sono dati così che si potrebbe pensare di una persona più o meno di un altro, o pensa più o meno di noi stessi rispetto ad altri,

"Io vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, che i vostri corpi come sacrificio vivente, santo, gradito a Dio, che è il vostro culto spirituale. E non conformatevi alla mentalità di questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, per poter discernere ciò che è buono e accettevole e perfetta volontà di Dio.. Per i Dico, per la grazia data a me, a tutti coloro che tra voi, non pensare a se stesso più di quanto è conveniente pensare, ma pensare sobriamente, come Dio si è occupato a ciascuno una misura della fede. Poiché, come abbiamo molte membra in un solo corpo, ma tutte le membra non hanno la stessa funzione, così noi, pur essendo molti, siamo un solo corpo in Cristo e sue membra gli uni degli altri. Avendo noi doni differenti secondo la grazia che viene data a noi, cerchiamo di usarli: se la profezia, ci lascia profezia in proporzione alla nostra fede, o ministero, cerchiamo di usarlo nel nostro ministero, lui che insegna, nell'insegnamento, egli che esorta, nella esortazione, colui che dà, con liberalità, chi conduce, con diligenza, lui che usa misericordia, le compia con gioia. Lasciate che l'amore sia senza ipocrisia. Aborrire ciò che è male. Aggrapparsi a ciò che è buono. Essere gentilmente affettuoso gli uni agli altri con amore fraterno, in onore privilegiando gli uni agli altri, non in ritardo di diligenza, ferventi nello spirito, servite il Signore, lieti nella speranza, forti nella tribolazione, proseguendo con costanza nella preghiera; distribuzione alle esigenze del santi, ospitale. Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite. Rallegratevi con quelli che sono nella gioia, piangete con quelli che piangono. Essere della stessa idea uni verso gli altri. Non impostare la tua mente alle cose alte, ma associato con gli umili. Non essere saggi nella vostra opinione. Non rendete a nessuno male per male. Prendere in considerazione per le cose buone agli occhi di tutti gli uomini. Se è possibile, molto dipende, come da voi, vivete in pace con tutti gli uomini. Carissimi, non vi vendicate, ma lasciate fare all'ira, poiché sta scritto: "me la vendetta, io darò la retribuzione», dice il Signore. Pertanto "Se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; Per così facendo si mucchio di carboni ardenti sul suo capo". Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene ". Rm 12

Che le parti del corpo sono diversi e hanno diverse funzioni in nessun modo vuole essere un'occasione per parte del corpo di pensare se stessa come migliore di un'altra. Piuttosto dobbiamo avere la stessa mente uno verso l'altro, di uguaglianza. E così in Gal 3,28, che siamo "tutti uno in Cristo Gesù" è la prima ragione data da indicare, mentre ci sono molte parti diverse, siamo tutti vicini e uguali, e ognuno dovrebbe amare il prossimo come se.

La seconda ragione addotta è che siamo tutti ", eredi secondo la promessa". Questo si riferisce l'eredità che abbiamo in Gesù Cristo, come figli di Dio.. Che cosa siamo tutti di ereditare? Basta guardare la vita eterna, un giorno questa vita qui, quello che pochi anni passiamo in questa vita, sembrerà così breve in confronto all'eternità, un tempo senza fine. Quali sono i 70 anni qui, anche a 120 anni qui, rispetto a 10.000 anni? o 1.000.000 anni? E questo in un mondo senza dolore o tristezza, o il male di qualsiasi tipo. Ma oltre la vita eterna, ci sono molte altre cose che vanno con esso, tanto che è quasi troppo gioioso a cui pensare.

Non sappiamo cosa ci troviamo di ereditare? Possiamo?

"Ma come sta scritto, che occhio non vide, né orecchio udì, né sono entrati nel cuore dell'uomo, le cose che Dio ha preparate per coloro che lo amano."

Ma non dimenticare il resto del passaggio: "Ma Dio ha rivelato [loro] ci ha condotto a mezzo del suo Spirito, perché lo Spirito scruta ogni cosa, anche le profondità di Dio. Per ciò che l'uomo conosce le cose di un uomo, non lo spirito dell'uomo che è in lui? così anche le cose di Dio conosce nessuno, ma lo Spirito di Dio. Ora che abbiamo ricevuto, non lo spirito del mondo, ma lo spirito che è di Dio, affinché conosciamo le cose che sono state donate a noi di Dio. Di queste cose noi parliamo, non nelle parole che insegnate dalla sapienza umana, ma insegnate dallo Spirito Santo, esprimendo cose spirituali con spirituali. Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio: perché sono follia per lui, non le può sapere [li], perché si giudicano spiritualmente. Ma colui che è spirituale giudica tutte le cose, ma egli stesso è giudicato da nessuno. Per chi ha conosciuto la mente del Signore, affinché egli possa istruire lui? Ma noi abbiamo il pensiero di Cristo. "1 Cor 2:9-16

Ci viene detto che siamo, e saranno tutti, di un sacerdozio regale, essere tutti della stessa statura alta, non importa quanto in basso siamo stati in questa vita.

"Ma voi [sono] una generazione eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, un popolo particolare, che voi proclamiate le lodi di colui che vi ha chiamati dalle tenebre alla sua ammirabile luce: quale nel tempo passato [erano] non un popolo, ma [è] ora il popolo di Dio:. che non avevate ottenuto misericordia, ma ora avete ottenuto misericordia "1 Pt 2,9-10

In questo, anche i più poveri fratello cristiano, o non statura o segnalare, anche una vita cristiana senza tetto per strada oggi, che la gente potrebbe guardare dall'alto in basso, un giorno ci sarà uguale al maestro più famoso e rispettato cristiana, che la gente potrebbe guardare.

Ci viene detto vivremo tutti insieme indipendentemente dalla nostra razza precedente o nazionalità, essendo il popolo di Dio, senza tener conto Ebreo o Gentile, sia nel regno millenario, e nella Nuova Gerusalemme ", così sarete dividere questa terra voi secondo le tribù d'Israele. E avverrà, [che] voi dividerlo a sorte in eredità a voi, e per i forestieri che soggiornano fra di voi, che generano figli in mezzo a voi: e che sarà per voi come sono nati nel paese tra i figli d'Israele; avranno eredità con te fra le tribù d'Israele. E avverrà, [che] in quello che soggiorna in tribù del forestiero, là voi danno [a lui] la sua eredità, dice il Signore Dio ". Eze 47:21-23

Anche noi possiamo sapere, dal confronto tra il vecchio tempio, al tempio ancora venire nel regno millenario, che non esiste un tribunale speciale per le donne durante il regno millenario. Ma piuttosto che "non c'è maschio o femmina in Cristo Gesù" si riflette. (Indipendentemente da come voi come donne visione cristiana oggi, e le opinioni diverse lì ...)

Nel regno di Dio, donne e uomini saranno entrambi come gli angeli in cielo.

"Nella risurrezione dunque, quando risusciteranno, la cui moglie essa sarà di loro? per i sette aveva moglie. E Gesù, rispondendo, disse loro: Non avete dunque sbagliare, perché voi non conoscete le Scritture, né la potenza di Dio? Per quando risorgeranno dai morti, non prendono moglie né prendono marito, ma sono come gli angeli che sono in cielo "Mark 12:23-25.

Angeli risposta al Signore direttamente. Uomini e donne si sia vivere come figli del Padre, rispondendo direttamente al Signore, in relazione con il Signore, che regna con Lui, e con il Signore è l'unico facente l'unica autorità. Uomini e donne saranno entrambi partecipi di tutte le benedizioni sopra allo stesso modo, e tutte le altre benedizioni e doni del Padre allo stesso modo.

"Beati e santi sono coloro che partecipano alla prima risurrezione. 1 Cor 15:24 Truly, there is “no male or female in Christ Jesus”. Per loro la seconda morte detiene alcun potere, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui mille anni. "Rev 20:06" Poi [verrà] Alla fine, quando egli consegnerà il regno a Dio, il Padre, quando avrà messo giù ogni principato e ogni potestà e potenza "1 Cor 15:24 In verità," non c'è maschio o femmina in Cristo Gesù "..

Ed è vero anche oggi, che lo Spirito Santo dona regali senza riguardo al genere nel corpo di Cristo, "E avverrà negli ultimi giorni, dice Dio, io effonderò il mio Spirito sopra ogni carne: e i vostri figli e le vostre figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni ei vostri anziani faranno sogni: E sui miei servi e sulle mie ancelle spanderò in quei giorni del mio Spirito, ed essi diverranno profeti "(At 2:17-18) E anche 1 Pietro 3:07 chiarisce che uomini e donne sono uguali "coeredi" o "coeredi" "in grazia della vita", e con questo tutte le benedizioni della grazia e la nostra eredità a venire nella vita eterna.

E così nella nostra eredità, non c'è "né Ebreo né Greco, schiavo o libero, maschio né femmina".

Ci viene detto che ci saranno tutti dato nuovi corpi, immortale, anche perfetto, e guarito rispetto agli organi che abbiamo ora. Gli zoppi cammineranno, i ciechi vedranno, tutti infermità di qualsiasi tipo, sarà andato, e tutti noi sarà tutto ciò che erano originariamente destinati ad essere. Si potrebbe dire che sarà ripristinata in un certo senso, più per la perfezione che era originariamente presente con il primo uomo e la donna in Eden. Quanto siamo caduti in un mondo in decadimento? E stare a ragione che in origine, gli esseri umani erano in forma molto migliore di quanto non siano ora.

La loro salute è stata tale che hanno vissuto 900 anni, ma oggi viviamo non più di 120 anni. E 'ovvio Dio li ha fatti per essere senza macchia e irreprensibili, e guardando bello. E oltre a questo, basato sulla capacità creativa di Adamo per nome tutti gli animali poco dopo la venuta all'esistenza, è ovvio che sono stati creati dei servizi segreti più grande genio di livello. In verità, è il cervello stesso, e non lo spirito o anima di una persona, che è il fattore limitante nella intelligenza. Creato con l'apice della perfezione del corpo umano, non c'era in loro decadimento, come vediamo migliaia di anni dopo.

Se i nostri nuovi corpi immortali vengono ripristinate a questo tipo di ideale originario, poi mantenendo la nostra individualità ... noi tutti partecipare progetto originario di Dio dell'uomo, aveva il primo uomo e la donna. Sembra possibile che tutti i figli di Dio sarà al meglio della salute del corpo, senza alcuna infermità, bella, e tutti la stessa intelligenza grandi.

E i figli di Dio saranno tutti ugualmente partecipi di questo restauro in nuovi corpi immortali ci verrà data, mentre ogni ancora individualmente diverse. Se sì, cosa significa questo, e penso che in ogni caso comunque, è che tutte queste cose, come sembra, normale o bella, senza macchia o macchiate, la salute, grasso o magro, debole o forte, e l'intelligenza, lento o veloce, o muto genio, Tutto questo sta per essere eliminato. Ci saranno tutti restaurati, pari e perfezionato in tutte queste cose.

Nel mondo oggi c'è un grande impatto sul pensiero della gente di confronto, e le differenze superficiali ... il concetto di "sopravvivenza del più adatto", e quelli che sono più evoluti o superiore. Ma questa è una menzogna mondana. Non ci saranno queste cose nel Regno di Dio, tra i Suoi figli. E così nulla esistente in questo mondo in questo senso,

per giudicare qualcuno come inferiori o superiori, il prossimo o no, perché di sguardi, la salute, infermità del corpo, o soprattutto l'intelligenza, si basa sull'inganno. Guardando le cose come realmente sono è a guardarli dal punto di vista vero eterno di Dio.. Tutte queste differenze comparativo dello stato di un corpo, sono temporanei e senza senso nella prospettiva eterna.

Un giorno sembra che il più malsano, mentalmente lento, sgradevole, fratello o sorella cristiana infermi, sarà altrettanto sani, intellettualmente brillante, bella e perfettamente guarito, come qualsiasi e tutti i loro fratelli. E la più bella, intelligente, sano di corpo fratello o una sorella cristiana di oggi, un giorno trovano tutti i loro fratelli ad avere queste cose in comune con loro, in uguaglianza, e anche in diverse unicità. Tutte le cose superficiali relative al corpo ed è attributi o effetti, che le persone potrebbero essere guardati dall'alto in basso per, alzò lo sguardo al di, l'orgoglio su se stessi, o si sentono male, sarà abolita, e tutti saranno uguali.

Abbiamo anche intenzione di ereditare tutta la saggezza e tutta la scienza, per intero. Ora, alcune persone sanno alcune cose in parte, ma un giorno saremo tutti ugualmente sapere tutto in pieno.

"L'amore non fallisce. Ma se ci sono profezie, verranno a mancare, se ci sono lingue, cesseranno; se c'è conoscenza, sarà abolita. Per noi conosciamo in parte e imperfetta la nostra profezia. Ma quando ciò che è perfetto è arrivato, allora ciò che è in parte sarà abolito. Quando ero bambino, parlavo da bambino, ho capito da bambino, pensavo da bambino, ma quando sono diventato uomo, ho smesso le cose infantili. Per ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa, ma allora vedremo faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò come anch'io sono conosciuto. Ed ora rimangono: la fede, speranza, amore, questi tre, ma di tutte più grande è la carità "1 Cor 13.

Ciò significa che coloro che hanno maturato conoscenze ormai con qualsiasi mezzo, sia attraverso la benedizione della scuola e di studio, o più direttamente attraverso un dono dello Spirito Santo, un giorno si trovano a rendersi conto di quanto poco sapessero prima in parte, in maniera imperfetta, come ricevono una piena comprensione perfetta. E quelli che una volta sapeva poco, anche tutti ricevono una piena comprensione perfetta. Qualunque sia l'argomento può essere, nel regno di Dio i suoi figli riceveranno perfetta comprensione della verità. E così ancora una volta, dalla prospettiva eterna c'è solo l'uguaglianza tra fratelli, e tutte le differenze sono temporanei. E il più grande conoscenza che tutti riceveranno è conoscere Dio stesso!

"E io ti fidanzerò a me per sempre, sì, io ti fidanzerò a me nella giustizia e nel giudizio e nella bontà e nella misericordia. Io ti fidanzerò con me nella fedeltà: e tu conoscerai il Signore "Os 2:19-20.

Naturalmente, anche noi possiamo ricevere la comprensione da parte di Dio oggi, come nei doni dello Spirito Santo, o come si dice in Ger 33:2-3: "Così dice il Signore il creatore dello stesso, l'Eterno che è formata, a stabilire esso; il Signore [è] il suo nome;. chiamata a me, e io ti risponderò, e ti mostrerò le cose grandi e potenti, che tu non conosci "

E in questa scuola, le credenziali, l'intelligenza, ecc sono fatti per essere solo un aspetto del sapere, come Dio può scegliere di educare e mostrare la verità ai suoi figli, indipendentemente dalla istruzione formale, l'intelligenza, o credenziali. Nella chiesa, è la potenza dello Spirito Santo, i doni che Egli sceglie per ognuno di noi di avere, che determinano quale parte del corpo che funzionano come, ed è la fede, non le opere, che permette di imparare la saggezza, e questa fede è un dono di Dio..

"Se qualcuno di voi manca di sapienza, la chieda a Dio che dona a tutti [gli uomini] liberalmente e senza rinfacciare, e gli sarà dato. Ma la chieda con fede, senza dubitare. Perché chi dubita è come un'onda del mare, agitata dal vento e agitata. (Jam 1:5-7, Rom 12:3) Per non lasciare che l'uomo pensa che lui di ricevere qualcosa dal Signore "... e ..." Dio si è occupata a ciascuno una misura della fede ". (Jam 1:5-7, Rm 12:3)

E nel corpo di Cristo, tutti siamo partecipi di fare stolta la sapienza di questo mondo. La Bibbia dice anche,

"Per il messaggio della croce è stoltezza per quelli che periscono, ma per noi che siamo salvati è potenza di Dio. Poiché sta scritto: "Io distruggerò la sapienza dei sapienti, e portare a nulla la comprensione del prudente".

Dov'è il sapiente? Dov'è lo scriba? Dove mai il sottile ragionatore di questo mondo? Non ha forse Dio dimostrato stolta la sapienza di questo mondo? Per quanto, nel disegno sapiente di Dio, il mondo attraverso la sapienza non ha conosciuto Dio, è piaciuto a Dio attraverso la stoltezza della predicazione di salvare coloro che credono. Per gli ebrei richiesta un segno, ei Greci cercano sapienza, noi predichiamo Cristo crocifisso, agli ebrei scandalo e stoltezza per i greci, ma per coloro che sono chiamati, sia Giudei che Greci, predichiamo Cristo potenza di Dio e sapienza di Dio. Perché la stoltezza di Dio è più sapiente degli uomini, e la debolezza di Dio è più forte degli uomini. Per voi guardate la vostra vocazione, fratelli, che non molti sapienti secondo la carne, non molti potenti, non molti nobili, sono chiamati. Ma Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti, Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le cose che sono potenti, e le cose ignobili del mondo e le cose che sono disprezzate Dio ha scelto, e le cose che non sono, per ridurre a nulla le cose che sono, che nessuna carne si glori alla sua presenza. Ma di lui voi siete in Cristo Gesù, che è diventato per noi sapienza di Dio e giustizia, santificazione e redenzione, che, come sta scritto: «Colui che gloria, si glori nel Signore." 1 Cor 1

Se noi la gloria, siamo alla gloria nel Signore, a quello che ha fatto, che ci ha fatto tutti diversi, ognuno con qualità uniche del corpo e della mente, ognuno con diverse opportunità e le circostanze in questa vita. Nulla che abbiamo è di noi stessi, ma tutte le benedizioni in questa vita sono un dono di Dio, che anche ha fatto a tutti noi di essere eredi pari, ad una gloriosa eredità. Agli occhi di Dio siamo tutti ugualmente amati e considerati, nonostante tutte le differenze. E dal punto di vista dell'eternità, noi tutti un giorno vivere in uguaglianza, con differenze di essere abolito, e vedremo la verità molto chiaramente che siamo tutti ugualmente amati da Dio, fatti a Sua immagine, ei Suoi figli.

La nostra tendenza peccaminosa è quella di pensiero secolare: paragonare una persona ad un'altra, e pensare di uno come superiore o inferiore, a pensare a un essere il nostro prossimo come un altro e non perché uno è più simile a noi di un altro, o di pensare ad una come più meritevoli del nostro amore di un altro. Ma ogni e qualsiasi scusa tale da non "ama il prossimo tuo come te stesso" sono bugie, come spero sia stato reso più chiaro qui. Con ognuno di noi, la nostra vera vita è nascosta, per ora, in Cristo, ma sarà rivelato, e vedremo l'un l'altro come Dio ci vede, dalla sua prospettiva eterna.

"Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio. Pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra. Per voi è morto, e la vostra vita è ormai nascosta con Cristo in Dio. Quando Cristo che è la nostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria. "Col 3

Veramente ciò che ci attende è così gioiosa e gloriosa, di essere con il nostro Padre che ci ama ed è Amore, che i dolori di questa vita non sono nulla in confronto .... come diceva Paolo,

"Tutti quelli infatti che sono guidati dallo Spirito di Dio, questi sono figli di Dio. E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito di adozione dal quale gridiamo: "Abbà, Padre." Lo Spirito stesso attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio. E se siamo figli , siamo anche eredi, eredi di Dio e coeredi di Cristo, se veramente soffriamo con lui, affinché possiamo anche alla sua gloria.

Io ritengo che le sofferenze del momento presente non sono degne di essere paragonate alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi. Per l'aspettativa serio della creazione stessa attende con impazienza la rivelazione dei figli di Dio. Per la creazione è stata sottoposta alla vanità, non per suo volere, ma a causa di colui che l'ha sottomessa nella speranza, perché anche la creazione stessa sarà liberata dalla schiavitù della corruzione per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio. Sappiamo infatti che tutta la creazione geme e fatiche con doglie del parto fino ad oggi. Non solo, ma anche noi che abbiamo le primizie dello Spirito, anche noi stessi gemiamo dentro di noi, in trepidante attesa per l'adozione, la redenzione del nostro corpo. Poiché siamo stati salvati in speranza, ma la speranza che si vede non è speranza; motivo per cui si fa ancora speranza per ciò che vede? Ma se speriamo quello che non vediamo, lo attendiamo con perseveranza. "Rm 8

E così la Bibbia insegna che siamo figli di Dio sono ancora di crescere nella nostra eredità, la pienezza di tutto ciò che sarà, quando ci sono glorificati come eredi con Cristo nostro re. . In questo momento non vediamo l'altro come tutto ciò che sarà, per l'eternità, ma speriamo per quello che ancora non vedono, e mentre ci auguriamo ci viene comandato di "amare il prossimo tuo come te stesso" e "trattare gli altri come vogliamo da trattare ". E nella fede e nell'amore di Dio ci viene comandato di farlo.

(Heb 11:1, 2 Cor 5:7) "Ora la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono." E "Per camminiamo nella fede e non per visione". (Eb 11:1, 2 Cor 5:7)

Così camminiamo nella fede, amando il nostro prossimo come noi stessi, senza scuse, vedere gli altri dal punto di vista eterno di Dio..

In primo luogo, dobbiamo amare Dio, che è buono, che tutte le cose buone da, che è Amore, che ci ha fatto, e ci ama, e cerca relazione d'amore con ciascuno di noi per mezzo del Figlio Gesù Cristo.

"E amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta l'anima tua e con tutta la mente tua e con tutta la tua forza: questo [è] il primo comandamento."

In secondo luogo, ci amiamo l'un l'altro, come i figli di Dio e fratelli per tutta l'eternità in parità, ugualmente amati dal Padre. E di farci amare gli altri che non sono, come quelli che possono potenzialmente essere adottato nella famiglia di Dio e può diventare fratelli e sorelle presto, e così condividere con loro il Vangelo di salvezza.

"E il secondo [è] come, [cioè] questo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c'è altro comandamento più importante di questi. "(Marco 12,30-31)

Il nostro Dio è perfetto, e ci chiama a diventare perfetti anche. Non è perché siamo meritevoli di amore che Egli ci ama, ma perché è buono. E così nel cercare di essere come Dio, nostro Padre, abbiamo bisogno anche di amare gli altri perché non se lo meritano, ma il frutto dello Spirito Santo, come cerchiamo di diventare buoni come Dio nostro Padre.

Il punto di questi insegnamenti non sono qui che si deve amare gli altri, perché un giorno diventerà bella e brillante saggio e competente, pari al tuo "vicini" che un giorno essere fatto di essere "meritevoli" di amore. Piuttosto, il punto è cercare di mettere in netto contrasto con l'enorme differenza tra il pensiero mondano, e il modo in cui Dio vede le cose, il mondo così com'è, e il mondo come sarà l'eternità, nella speranza che la Parola di Dio potrebbe reciderà dell'anima e dello spirito di rivelare la verità: Nessuno è buono se non Dio, siamo tutti peccatori polvere dato la vita per la sua gloria, e la sua gloria da solo - e la nostra vera uguaglianza si trova a che tutti noi siamo polvere ugualmente solo peccatore dato vita, e tutto ciò che è buono o glorioso di noi è un dono da Lui e non a noi stessi, come è il dono della vita stessa.

E ciò che Dio ci ha fatti e vuole per noi, era quello di avere una relazione con lui. E 'sottolineato e ribadito più e più volte nella Bibbia, Dio è nostro Padre, la Chiesa è la Sposa di Cristo. Dio vuole mettere in relazione a noi come un Padre amorevole perfetto, Gesù Cristo vuole mettere in relazione a noi come un marito amorevole perfetto, un amore perfetto fratello maggiore, e Dio stesso è amore.

La verità è ciò che rende la vita degna di essere vissuta, e vale la pena vivere la vita eterna, non è qualcosa oltre la massima primo e principale: avere un giusto rapporto di amore e di vicinanza con Dio.. Questo è ciò che è interamente circa. Il tuo rapporto con Dio Padre, il tuo amore per Lui e la Sua per voi, durerà per tutta l'eternità, e null'altro può darti la stessa pace e la gioia nella vita ad avere una stretta relazione d'amore con Dio. E questo rapporto arriva solo attraverso una relazione d'amore con Gesù Cristo, il Figlio di Dio e Figlio dell'uomo, che ti amava tanto 'morto per te, per salvarti, che come un cavaliere su un cavallo bianco era disposto a morire per salvare te, e poi si toglie al suo castello d'oro ricoperto di gioielli, e che non è altro che ciò che fa letteralmente per tutti noi. Egli ci ama così tanto, e come nessun altro potrebbe mai. L'unica risposta corretta che possiamo avere è quella di adorarlo, per adorare Dio, e cercare di amarlo, e fargli vedere lo amiamo in cambio, cercando di obbedire a Lui, e in adorazione, diventare come lui. E questo rapporto di reciproco amore durerà per tutta l'eternità, ed è la cosa più bella che ci sia. E a differenza di tutto ciò che si potrebbe mai avere e mantenere, solo questo vi porterà pace e gioia nella vita, e solo questo durerà per tutta l'eternità.

Ma anche, su scala più ridotta quando si tratta di eternità, lo stesso vale con l'altro. Alcune cose durerà per sempre, e alcune cose non. La Bibbia afferma molto chiaramente che non possiamo portare con noi i beni al cielo. Tuttavia, né possiamo portare qualunque cosa possiamo sentirci orgogliosi circa, tutte le cose uniche (che sono buoni) che si potrebbe (erroneamente) usare per fare o vedere la disuguaglianza tra noi e gli altri, o usare come scusa per non amare gli altri. Quando tutte queste differenze sono spogliato di distanza, e saranno, l'unica cosa che resta, che possiamo portare per l'eternità da questo mondo è questo: il nostro amore per l'altro. Atti di amore, gentilezza amorevole, vicinanza, rapporti con l'altro: queste cose da solo rimarrà.

"Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, io sono solo un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna. If I have the gift of prophecy and can fathom all mysteries and all knowledge, and if I have a faith that can move mountains, but do not have love, I am nothing. If I give all I possess to the poor and give over my body to hardship that I may boast, but do not have love, I gain nothing.

Love is patient, love is kind. It does not envy, it does not boast, it is not proud. It does not dishonor others, it is not self-seeking, it is not easily angered, it keeps no record of wrongs. Love does not delight in evil but rejoices with the truth. It always protects, always trusts, always hopes, always perseveres. Love never fails.

Three things will last forever—faith, hope, and love—and the greatest of these is love.” 1 Cor 13:1-8, 13

ps. Between Jesus ascending into heaven, angels flying in the mid-heaven, and us being like the angels in heaven…I also do think that someday we may be able to fly. :D Guess we'll see…

http://www.youtube.com/watch?v=8oIJruUJNnY