This page has been translated from English

Demoni e Nefilim

Capitolo 4 - I Demoni

Ora che abbiamo coperto angeli caduti, stiamo andando a coprire i demoni. Alcune persone pensano che i demoni sono angeli caduti, ma la Bibbia dimostra ripetutamente che ci sono chiare differenze tra loro.

Angeli caduti sono chiamati "figli di Dio, dei, poteri, principati, autorità, domini, ospite del cielo". Angels in generale sono ripetutamente dimostrato di causare sogni e visioni con cui essi interagiscono con la gente e consegnare un messaggio da Dio. Essi appaiono anche in un modo del corpo alla ricerca come gli uomini, e di interagire con le persone in questo modo, essere visto come avere un corpo. Degli angeli caduti, è chiaro che c'è un certo modo si dovrebbe rimproverare loro, cioè chiedere a Dio di farlo, e non farlo personalmente.

"Allo stesso modo anche queste [sporco] sognatori contaminano la carne, respingono l'autorità e parlano male delle dignità. Eppure, l'arcangelo Michele, quando contendeva con il diavolo disputando per il corpo di Mosè, non osò portare contro di lui un giudizio ingiurioso, ma disse: Ti sgridi il Signore! ". Jude 1:8-9

"Ma soprattutto loro che camminiamo secondo la carne nei suoi desideri di impurità, e disprezzano governo. Presuntuoso [stanno], arrogante, non hanno paura di parlare male delle dignità. Mentre gli angeli, che sono maggiori di forza e potenza, non portano ringhiera accusa contro di loro davanti al Signore. "2 Pt 2,10-11

E Gesù stesso ci ha dato un esempio di resistere a Satana, un angelo caduto, utilizzando scritture in Matteo 4 e Luca 4.

D'altra parte, I demoni sono spesso chiamati "malvagio, immondo, spiriti maligni" e di solito sono menzionati in relazione a qualcuno che è demonizzato, e il demone parla attraverso quella persona. I demoni non appaiono in una forma corporea se stessi, ma le interazioni con essi comportano sempre un corpo di una persona o animale si sta lavorando attraverso. Gesù ha chiarito che i credenti sono stati conferiti poteri da Gesù a lanciare i demoni in Suo nome.

Matt 10:1 "E quando ebbe chiamati a [lui] i suoi dodici discepoli, diede loro il potere [contro] spiriti immondi per scacciarli e guarire ogni sorta di malattia e ogni sorta di malattia." Matt 10:01

Luke 10:17,20 "Allora il settantadue tornarono pieni di gioia dicendo:« Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo nome ... Non rallegratevi però in questo, che i demòni si sottomettono a voi, rallegratevi piuttosto che i vostri nomi sono registrati nei cieli. " Luca 10:17,20

"E questo ha fatto molti giorni. Ma Paolo, infastidito, si voltò e disse allo spirito, io ti comando nel nome di Gesù Cristo di uscire da lei. Ed è venuto fuori alla stessa ora. "Atti 16:18

Ci sono fondamentali differenze pratiche nel modo in cui ci viene detto di combattere spiritualmente contro i demoni contro gli angeli caduti, come cristiani. Ci vengono date istruzioni diverse per ciascuno. C'è una importanza pratica coinvolto nella comprensione che i demoni e angeli caduti non sono gli stessi, e abbiamo diverse istruzioni su come siamo a praticare combattimento spirituale contro ciascuno di loro. Tra questa ei termini differenti usato per riferirsi a ciascuno, e le descrizioni diverse di come ciascuno di loro di interagire con le persone o di attacco, diventa chiaro che i demoni non sono le stesse creature come angeli caduti.

Conosciamo tutti gli angeli sono state fatte il primo giorno della creazione, e sono chiamati l'esercito del cielo, e per la fine del 6 ° giorno la Bibbia dice che Dio finito di creare il cielo e la terra e tutti i loro ospiti. Tuttavia, i demoni non sono mai chiamato l'esercito del cielo, un termine che si riferisce sempre agli angeli, quindi non può essere assunto i demoni sono stati creati insieme con gli angeli.

Per capire da dove proveniva da demoni, dobbiamo capire alcune cose prima di Gesù Cristo, e sulla riproduzione umana.

Gesù Cristo è l'unigenito Figlio di Dio, la Bibbia insegna che l'uomo sia stato completamente e pienamente Dio. Gesù Cristo fu concepito dallo Spirito Santo, che è Dio, e Padre di Gesù 'è Dio Padre, e Gesù Cristo, mentre il figlio di Dio, è Dio stesso. Ma Gesù Cristo è stato anche il figlio di Maria, una donna umana, e Gesù Cristo era anche un uomo umano.

Gesù Cristo era metà uomo e metà-fisico Dio fisicamente? Dio Padre è spirito, e lo Spirito Santo è Spirito.

"Dio [è] uno Spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo [lui] in spirito e verità". Gv 4,24

Luke 24:39 "Guardate le mie mani ei miei piedi: sono proprio io: Toccatemi e guardate, perché uno spirito non ha carne e ossa come vedete che ho io." Luca 24:39

Dio come il Padre è uno spirito, Egli non ha un corpo fatto di carne e ossa, con cui Gesù potrebbe essere a metà Dio fisicamente nel suo corpo. Infatti Gesù Cristo è «immagine del Dio invisibile" (Col 1,15). E così si può affermare Gesù Cristo è l'unica persona di Dio con un corpo fisico.

Ma è chiaro che Gesù mangiò tanto quanto un uomo in carne e ossa:

Heb 2:14 "Poiché dunque i figli hanno in comune sangue e carne, anche lui si è preso anche parte dello stesso, che attraverso la morte potrebbe distruggere lui che aveva il potere della morte, cioè il diavolo" Eb 2:14

Ciò significa che Gesù aveva un corpo che è stato pienamente umano, carne e sangue tanto quanto qualsiasi uomo normale umano. E la Bibbia dice che Gesù Cristo è venuto nella carne (2 Gv 1:7) ed è stato un uomo (1 Tm 2,5).

È stato Gesù Cristo spiritualmente un uomo, o è stato Lui spiritualmente Dio? Sembrerebbe che spiritualmente Gesù Cristo era Dio. Né poteva Gesù essere considerato pari a metà-Dio spiritualmente e metà uomo spiritualmente, in quanto ciò lo fanno fuori per essere non pienamente Dio spiritualmente. Gesù Cristo è Dio, ed è venuto dall'alto, eternamente esistente, creando tutte le cose (Gv 8:23, 8:58, Gv 1). E la Bibbia insegna che in lui abita corporalmente tutta la pienezza della Divinità, ma del corpo:

Col 2:9 "Poiché in lui abita corporalmente tutta la pienezza della Deità". Col 2,9

Di fatto credere che Gesù Cristo era sia pienamente Dio e pienamente uomo, chiamato anche «unione ipostatica", è una dottrina cristiana fondamentale, di base alla fede cristiana. Ma è importante capire che Gesù Cristo aveva un corpo pienamente umano, come qualsiasi altro essere umano. Ma Gesù è anche pienamente Dio, in modo che possa essere compreso che questo era in senso spirituale, e che spiritualmente Gesù era pienamente Dio. Gesù non era proprio come qualsiasi altro uomo quando si trattava di suo spirito, o half-man/half-God spiritualmente, ma il suo spirito era quello di Dio..

Ciò indica che lo spirito di Gesù 'era solo da Dio Padre, in quanto per la riproduzione e la concezione vergine dallo Spirito Santo. Questo è interessante come dice la Bibbia che Gesù Cristo è l'unigenito Figlio di Dio, ed è stato "generato" da Dio.

"Chiunque crede che Gesù è il Cristo è nato da Dio: e chiunque ama Colui che ha generato, ama anche lui che è stato generato da lui." 1 Gv 5:01

Ma la stessa parola per "generato" è usato molte volte relative agli uomini e ai loro figli.

Matt 1:2 "Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda ei suoi fratelli"

In realtà l'Antico Testamento è pieno di esempi in cui i padri generano i loro figli, ma non ci sono casi di madri generare i propri figli. La Bibbia dunque, preso letteralmente a valore nominale, insegna che i bambini sono solo generato dai loro padri. Nel caso di Gesù, spiritualmente Egli era pienamente Dio, e generato di Dio Padre per mezzo dello Spirito Santo. Non aveva una mezza spirito umano, e così sembra il suo spirito non era una miscela 50/50 di Dio Padre e lo spirito umano Sua madre Maria. Piuttosto, Gesù come figlio di Dio era Dio, e lo stesso spirito di Dio Padre.

Che cosa significa realmente la Bibbia insegna circa il lato spirituale della riproduzione umana?

Torniamo agli inizi quando Dio fece Adamo,

(Gen 2:7) "E il Signore Dio plasmò l'uomo [del] la polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita el'uomo divenne un'anima vivente." (Gen 2,7)

Una volta che il corpo di Adamo aveva ricevuto il "soffio della vita", poi divenne un essere vivente. Quindi, a quanto pare un corpo, che è poi il "soffio della vita", ha aggiunto ad esso, si traduce in un nuovo essere vivente. La parola qui per "anima" è chiarito nel Nuovo Testamento,

1 Cor 15,45 "E così è scritto, Il primo uomo, Adamo è stato fatto un essere vivente, ma l'ultimo Adamo fu creato uno spirito vivificante".

La parola qui per "anima" è "psiche" e significa "vita" e "anima". E 'utilizzato anche in: Matteo, 10:28 "E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non sono in grado di uccidere l'anima. Temete piuttosto colui che è in grado di distruggere l'anima e il corpo nella Geenna" Ma c'è un parola diversa che viene utilizzato in 1 Cor 15 per "spirito", e che è "pneuma".

Questo è il "respiro della vita" in Gn 2,7, che è lo "spirito" che dà vita.

"Lo Spirito di Dio mi ha fatto, e il soffio dell'Onnipotente mi ha dato la vita". Giobbe 33:4

"Per tutto il tempo il mio respiro [è] in me, e lo spirito (ruach) di Dio [è] nelle narici" Job 27:3

"E il Signore disse: Il mio spirito (ruach), non resterà sempre nell'uomo, perché anche lui [è] carne. Eppure la sua vita sarà di centoventi anni" Gn 06:03

Lo spirito di vita nell'uomo è stata data da Dio ad Adamo in Genesi 2:7, ed è lo spirito dell'uomo. Senza Dio, cercando con lo spirito dell'uomo, non ha più vita, ma l'uomo muore. Ma fino a quando Dio si impegna con lo spirito dell'uomo, l'uomo vive. Il punto è che un uomo vivo è legato a lui avere lo spirito, il "respiro della vita" dare la vita, come Dio soffiò nelle Adamo. Giobbe dice il soffio dell'Onnipotente aveva dato la vita, ma ancora l'unica volta in cui Dio è registrato ad avere dato vita a un uomo è quando Dio creò Adamo. La Bibbia registra solo Dio aver fatto questa volta, con Adamo. Ma Giobbe indica che ha anche il soffio dell'Onnipotente. Come tale avrebbe senso che in qualche modo il "soffio della vita" è ereditato, e tramandata attraverso la riproduzione, e non tramandare da Adamo attraverso i suoi figli, fino a Giobbe. Come potrebbe il "soffio di vita" o spirito tramandare attraverso la riproduzione? La Bibbia dice che ciò che provoca la vita, dando vita al corpo, è nel sangue,

"Per la vita della carne [è] nel sangue: e l'ho dato a voi sull'altare per fare l'espiazione per le vostre anime. Per esso [è] il sangue [che] fa della espiazione per l'anima" Lev 17:11

E noi sappiamo che cosa causa la vita è il "respiro della vita" o "spirito". E così lo "spirito" o "soffio di vita" deve essere nel sangue. Come tale esiste un collegamento che la Bibbia fa tra il "soffio della vita" o "spirito" e il sangue del corpo fisico. Resta inteso che un bambino è formato da un contributo del corpo di entrambi i genitori nel processo di riproduzione. Forse il "soffio della vita" è legata al contributo del padre nella riproduzione.

Dio specifica che le persone riproducono attraverso la moltiplicazione, dicendo: "Siate fecondi e moltiplicatevi» (Gn 1:28).

Che cosa è la moltiplicazione? Dio in realtà ha dimostrato la moltiplicazione per noi, da come Dio fece Eva da un piccolo pezzo, una costola, presa da Adamo. (La stessa costola contiene sangue nel midollo, e la vita del corpo è nel sangue.)

"E il Signore Dio fece un profondo sonno a cadere su Adamo, e lui dormiva: e si tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto; plasmò con la costola, che il Signore Dio aveva tolta all'uomo, formò una donna, e la portò all'uomo. "Gn 2,21-22

Dio non è registrato avere respirato lo spirito, il soffio della vita, nella vigilia in modo per lei di diventare un essere vivente. Né Dio registrati hanno ripetuto questo processo con Caino, Abele, Seth, o uno qualsiasi dei loro figli. Dio soffiò lo spirito della vita in Adamo che divenne un essere vivente, e Dio è registrato avere fatto solo una volta, con Adamo. Poi Adamo aveva uno spirito e un'anima ed è stata viva. Ovviamente Eva e Adamo i figli erano vivi e avevano anche le anime che vivono, anche se nessun record è composto di Dio aver respirato l'alito di vita in loro. Eppure afferma di lavoro che il soffio dell'Onnipotente aveva dato la vita. Tutto questo indica che Dio ha messo il soffio della vita, uno spirito in Adamo, e in qualche modo questo spirito è stata moltiplicata per tutte le altre persone da Adamo. Se da una costola di Adamo, nel caso di Eva, o attraverso la riproduzione con i loro figli, che la Bibbia chiama "moltiplicazione", sembra che tutte le persone sono state tramandate il respiro della vita da Adamo.

Quindi ha senso che quando Dio creò Eva, Egli non solo moltiplicato il suo corpo dal corpo di Adamo, ma che anche Dio moltiplicato il suo spirito dallo spirito di Adamo. Come un seme che cresce. E poi è diventato un essere vivente individuale e, come lei aveva un corpo e lo spirito (il respiro della vita) che si trova nel sangue. E questo era tutto il processo di "moltiplicazione".

Come tale, Eva è stata moltiplicata da Adamo, nel corpo e nello spirito, e poi lei stessa divenne un essere vivente. Dio ha fatto questo con Eva stesso, ma da quel momento in poi la stessa cosa accadrebbe con Adamo ed Eva moltiplicando di avere figli, attraverso il processo naturale di Dio al suo posto. Questo significa che durante la riproduzione, il nuovo spirito, soffio di vita, che ogni bambino ha, si moltiplica e cresciuta da un piccolo seme dello spirito o "respiro della vita" della generazione precedente.

Questo non nega che le forme che Dio ogni persona nel grembo materno (Is 44:2,24), ma il punto è che i materiali da costruzione, un seme, sono già sul posto per Dio, per costruire da, non solo nei riguardi di moltiplicazione di un nuovo corpo, ma a moltiplicare un nuovo spirito pure. Tutti i bambini sono moltiplicati da ciò che già esiste nel padre o la madre.

Che il corpo e l'anima (mente, emozioni, volontà) della madre sono ereditate tratti di un bambino è ovvio, i bambini sembrano le loro madri, hanno tratti psicologici come le loro madri, l'intelligenza della madre, ecc E così sappiamo che sia il corpo e l'anima della madre contribuiscono per il corpo e l'anima (mente / volontà / emozioni) del bambino. Sia la madre e l'anima del padre e del corpo contribuiscono al processo di moltiplicazione a formare un bambino, e questo è ovvio come il bambino assomiglia a entrambi i genitori. Ciascuno contribuisce lo stesso numero di cromosomi, di combinare nella concezione, per il corpo fisico, e lo stesso tipo di cosa avrebbe senso dell'anima (mente / volontà / emozioni) pure.

Ma è questo il caso diviso 50/50 con lo spirito del bambino, il respiro della vita, che dà realmente la vita dei bambini e rende il bambino a diventare un essere vivente? Se tutto nel processo riproduttivo è diviso 50/50 tra la madre e il padre, poi perché la Bibbia dice universalmente il padre generò i bambini? Molte persone credono che lo spirito di un bambino è depositato da Dio al momento del concepimento, come Dio arriva dal cielo l'aggiunta di uno spirito nuovo individuo nel bambino. Ma Dio dice che noi si riproducono per "moltiplicazione", non oltre. Se lo spirito di un bambino è stato aggiunto da Dio, o era 50/50 dalla madre e padre, insieme al corpo del bambino, o anima, essendo 50/50 dalla madre e padre, allora sembrerebbe intuitivo che la Bibbia sempre parla di uomini generare figli. Infatti, come solo il corpo della madre sviluppa il corpo del bambino in gravidanza, avrebbe più senso per lei da dire di generare i bambini, a parità di condizioni. Eppure è sempre il padre che genera il bambino, e di Dio Padre che ha generato Gesù Cristo. Come lo spirito del bambino, il respiro della vita, è ciò che rende il bambino ad essere vivo e un'anima vivente, allora questo è essenziale per il bambino essere vivo. Se il padre da solo dovesse contribuire allo spirito dando vita al figlio, questo potrebbe spiegare perché un bambino è generato solo dal padre. E questo ingrediente essenziale per un bambino vivo sarebbe anche l'equilibrio con il contributo più grande della madre in gravidanza. Solo la madre può passare attraverso la gravidanza, forse nello stesso modo solo il padre può dare lo spirito, il soffio della vita, e questo è ciò che significa che il padre genera il figlio.

C'è più nella Bibbia che sembra per verificare questa idea "Per l'uomo non è fuori della donna, ma la donna è fuori dell'uomo;. Infatti, come la donna è fuori dell'uomo, in questo modo anche l'uomo è attraverso la donna, ma tutti insieme da Dio "1 Corinzi 11:8,12.

La Bibbia dice che i bambini vennero per mezzo di Eva, come in "passaggio". La parola qui "dia" significa "attraverso un movimento". La distinzione è stata espressa chiaramente che, mentre Eva è venuto "fuori" Adamo, che i suoi figli "attraversato" la sua. E così pure, mentre i figli e le figlie sono "fuori" i loro padri, tutti i bambini sono venuti "attraverso" la loro madre, non "fuori" la sua. Non può essere nascita fisica di cui si parla qui, come ovviamente i bambini uscire dalle loro madri. Non potrebbe essere la moltiplicazione del corpo che si fa riferimento a qui, come si sa il corpo del bambino viene moltiplicato da entrambi i genitori allo stesso modo. Piuttosto, questa differenza ha dichiarato necessario fare riferimento alla moltiplicazione spirituale. Applicando questo alla vigilia, questo significa che i suoi figli è venuto attraverso di lei, ma solo "fuori" Adamo. Deve essere lo spirito che si fa riferimento qui, un alito di vita, un ingrediente essenziale, che se aggiunto al corpo fa un bambino a diventare un nuovo essere vivente.

Questo è indicativo che lo spirito di un bambino (maschio o femmina) viene solo dal padre di un bambino, e si moltiplica solo da lui. Ma d'altra parte il corpo e l'anima di un bambino hanno chiaramente caratteristiche di entrambi i genitori del bambino. Se procreazione significa dare la vita, e lo spirito è il respiro della vita, allora ha senso che lo spirito sarebbe venuto solo dal padre del bambino, perché la Bibbia dice che i padri soli bambini generare. E nel più ampio schema delle cose, se il padre è stato solo fonte di moltiplicazione per lo spirito di un bambino, questo permetterebbe di equilibrare l'apporto maggiore della madre nella "moltiplicazione" del corpo del bambino in gravidanza.

C'è più nella Bibbia per confermare questa idea. In linea con questo, la Bibbia conferma che si trattava di Adam da solo (non Eva) che hanno superato il peccatore / morente stato spirituale a tutta l'umanità.

"Perciò, proprio come attraverso un uomo il peccato entrò nel mondo, e la morte per mezzo del peccato, e così anche la morte a tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato-per legge fino a quando il peccato era nel mondo, ma il peccato non è imputato quando non c'è legge. Tuttavia la morte regnò da Adamo fino a Mosè anche su quelli che non avevano peccato a somiglianza del reato di Adamo, che è un tipo di colui che doveva venire. Ma il dono non è come la trasgressione. Infatti se per la trasgressione di uno dei tanti morirono, molto di più ha fatto la grazia di Dio e il dono concesso in grazia di un solo uomo, Gesù Cristo, abbondano ai molti. Il dono non è come ciò che è venuto attraverso colui che peccato, perché da un lato il giudizio nasce da una trasgressione con conseguente condanna, ma d'altro canto il dono gratuito nasce dalla trasgressione molti conseguente giustificazione. Infatti se per la trasgressione di uno solo la morte ha regnato attraverso quella, molto di più quelli che ricevono l'abbondanza della grazia e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo del solo Gesù Cristo. Allora come attraverso una trasgressione ci ha portato la condanna a tutti gli uomini, così anche per un solo atto di giustizia ci ha portato la giustificazione della vita a tutti gli uomini. Infatti, come la disobbedienza di uno solo tutti sono stati costituiti peccatori, così anche per l'obbedienza di colui i molti saranno costituiti giusti. La legge è venuto in modo che la trasgressione aumenterebbe, ma dove è abbondato il peccato, ha sovrabbondato la grazia più, in modo che, come il peccato aveva regnato con la morte, così anche la grazia avrebbe regnato con la giustizia per la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore "Rom 5. :12-21 NASB

"Per quanto l'uomo è venuta la morte, l'uomo venuto anche la risurrezione dei morti. Come infatti in Adamo tutti muoiono, così in Cristo tutti riceveranno la vita. E così è scritto, Il primo uomo, Adamo è stato fatto un essere vivente, ma l'ultimo Adamo fu creato uno spirito vivificante "1 Cor 15:21-22, 45.

Sembra che il cambiamento spirituale che si è verificato quando Adamo mangiò dall'albero, quando i suoi occhi si aprirono, e il suo spirito è diventato in uno stato morte / peccato, passato da lui solo a tutta l'umanità. La Bibbia rende chiaro che questo stato spirituale è venuto da Adamo da solo, e non da Eva. Ciò renderebbe più senso se tutti i suoi figli sono stati moltiplicati esclusivamente dal proprio spirito. Sembra che dopo di lui mangiato dall'albero, il suo spirito acquisito queste qualità di uno stato morto / peccatrice, e tutti gli spiriti moltiplicata dalla sua originaria avrebbe ereditato questa qualità pure. Questi passi paralleli Adamo e Gesù molto da vicino. E 'vero che per mezzo di Gesù Cristo, singolarmente, tutti i cristiani diventano spiritualmente rinascere alla vita. Questo corrisponde a più stretto contatto con il concetto che attraverso Adamo, singolarmente, tutte le persone sono nate spiritualmente alla morte. Allo stesso modo che in Adamo tutti muoiono solo spiritualmente, tutti sono vivificati spiritualmente da Gesù Cristo soltanto, attraverso una nuova nascita dallo Spirito Santo.

E così ci sono diversi punti conclusivi che la Bibbia sembra fare su come gli esseri umani si riproducono per moltiplicazione, che allineano con quello che è conosciuto di Gesù Cristo. Se moltiplicazione umano è stato creato da Dio in modo che lo spirito della madre non viene moltiplicato per il bambino in ogni parte, allora questo permetterebbe di Gesù Cristo sia stato pienamente Dio spiritualmente, il suo spirito è generato unicamente da Dio Padre. Alcuni insegnamenti sembrano sostenere che come Gesù era pienamente Dio e pienamente uomo è un mistero. Ma questo insegnamento qui permetterebbe di Gesù Cristo sia stato pienamente Dio spiritualmente senza nulla avere successo nella riproduzione che hanno violato la via di Dio creato moltiplicazione umano al lavoro, in principio. Questo insegnamento rende la natura pienamente Dio spirituale di Gesù Cristo per essere completamente coerente con il processo di riproduzione attraverso la moltiplicazione, che Dio istituiti inizialmente.

Se tutte le persone ricevono il loro spirito come moltiplicata esclusivamente dallo spirito del padre, allora Gesù Cristo essendo pienamente Dio avrebbe operato senza incoerenza. Ma se lo spirito della madre è stata moltiplicata in combinazione a crescere lo spirito del bambino, allora questo potrebbe sostenere di essere stato in disaccordo con Gesù è pienamente Dio spiritualmente. Non era metà uomo spiritualmente, ma pienamente Dio spiritualmente. Gesù certamente non era metà uomo e metà-spiritualmente Dio spiritualmente, con il contributo di sua madre Maria, che incide sui suoi spirituale pieno Dio-ness, ma Gesù Cristo era pienamente Dio. Ciò si allinea con lo spirito del bambino provenienti esclusivamente dallo spirito del padre.

Allo stesso tempo, Gesù era anche pienamente l'uomo nel suo corpo, ricevendo sia da sua madre ... e paradossalmente stesso da ... come Egli è immagine del Dio invisibile.

"Chi è l'immagine del Dio invisibile, il primogenito di ogni creatura» (Col 1,15).

Il contributo 50/50 di il corpo di Gesù 'da Dio Padre e da Maria, può essere compreso solo in Cristo Gesù che è eterno, ed è sempre stato così ... Il suo modello paterno del corpo è venuto da se stesso. Questo non significa che Gesù era in Suo padre, come quella contraddirebbe che Dio è suo Padre, e non sto affermando altrimenti, né confondendo i confini delle persone della Trinità o Trinità. Ma quello che voglio dire è trovato nella verità di Gesù parlava,

"Prima che Abramo fosse, Io Sono", in quanto Gesù Cristo eternamente sempre era, è e sarà Dio, e qui, prima ha fatto il tempo stesso, un paradosso che è solo risolto per mezzo di Gesù Cristo eternamente esistente. Col 1,15 significa anche che tutti sono stati fatti a immagine di Dio, il che significa che tutti sono stati fatti a immagine di Gesù Cristo, fin dal principio. Lui è sempre stato.

Il corpo di un bambino da cui proviene, è moltiplicata da, sia la madre e il padre, come si è visto in Adamo ed Eva. E il corpo è cresciuto esclusivamente dalla madre in gravidanza. Ma al tempo stesso lo spirito, soffio di vita, del bambino si moltiplica esclusivamente dallo spirito del padre del bambino. Questa sembra essere la definizione di "generazione". E lo spirito del bambino eredita quindi le qualità dello spirito del padre, come l'esempio di una natura peccaminosa spirituale e la morte passando da Adamo a tutti i suoi figli.

E così sembra che la Bibbia insegna che nella moltiplicazione del corpo del bambino sarà la metà dalla madre e metà dal padre, ma che lo spirito del bambino verrà esclusivamente dal padre del bambino, che dà il respiro della vita, che rende il bambino a diventare un nuovo essere vivente.

Comprendere questo è il caso, c'è un conto nella Bibbia che sporge, nei riguardi a cui i demoni venuto. Si sporge per capire questa moltiplicazione di umano; questo account richiede alcune implicazioni strano.

Tornando alla prima ondata di angeli cadere, i "figli di Dio", messaggero di tipo angeli che sembravano uomini:

"E avvenne che, quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra, e le figlie sono nate a loro, che i figli di Dio videro che le figlie degli uomini che [erano] giusto, ed essi si presero delle mogli di tutti i che hanno scelto. E il Signore disse: Il mio spirito non resterà sempre nell'uomo, perché anche lui [è] la carne: ma la sua vita sarà di centoventi anni. C'erano sulla terra i giganti a quei tempi e anche dopo, quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini, e nude [i bambini] a loro, lo stesso [divenne] uomini potenti che [erano] del vecchio , uomini famosi. "Genesi 6:1-4

Qui i "figli di Dio" avevano figli con le donne umane. Sulla base di ciò che abbiamo coperto, questo ha alcune implicazioni interessanti. Questi "figli di Dio" erano del tipo messaggero degli angeli, che universalmente sono descritti a guardare come gli uomini umani. A quanto pare, erano in grado di riprodurre, ad avere una forma corporea di uomini umani. Un'altra cosa che sappiamo sugli angeli è che sono spiriti immortali. I loro figli sono descritti siano stati prodi e giganti (Nephilim in ebraico). Essi sono descritti come uomini, e così sembrava umana, ma erano dei giganti. Cosa accadrebbe se un uomo-angelo in cerca di sesso maschile avevano figli con una donna umana? Se questo fosse il caso, allora il risultato come qui descritti sono stati uomini giganti.

Comprendere ciò che abbiamo coperto circa la moltiplicazione, avrebbe senso che lo spirito di questi figli sarebbero venuti solo dai loro padri, questi angeli peccaminoso. Ma gli angeli sono spiriti immortali. Utilizzando Adamo come un esempio di inerente i tratti spirituali passando esclusivamente dal padre al figlio, avrebbe senso che la prole di questi angeli avrebbe anche spiriti immortali, e hanno angelo di tipo spiriti, provenienti esclusivamente dai loro padri che erano angeli.

D'altra parte, i loro corpi erano una combinazione dalle loro madri umane, umano e dall'aspetto padri angelo. Apparentemente questi angeli messaggero che sembrava uomini umani avevano corpi spirituali, ma quando si scatta una forma fisica i loro corpi erano DNA e cromosomi che erano quasi identico a quello degli esseri umani. Secondo la scienza della genetica, il DNA e cromosomi dimezzato il contributo di 2 genitori, devono corrispondere al meglio per essere in grado di combinare insieme. Quindi, qualunque sia il DNA e cromosomi questi angeli caduti hanno contribuito avrebbe dovuto essere praticamente identica a quella di un uomo umano, che fa un sacco di senso il DNA umano è il modello usato per fare una forma del corpo di essere umano, dentro e fuori. DNA e la funzione informativa cromosomiche come un progetto per il corpo. Lievi differenze possono fare enormi cambiamenti, che rendono 2 creature incapaci di avere figli. Per esempio, il DNA di uno scimpanzé è stimato in circa il 95% simile a quello di un essere umano, scimpanzé e hanno 24 coppie di cromosomi, mentre gli esseri umani hanno 23. Le differenze sono solo una questione di 1 cromosoma in numero e il 5% del DNA. Eppure i corpi di esseri umani e scimpanzé sono ancora molto diversi, e sono incapaci di mescolanza. E così la conoscenza della scienza indica che il numero di coppie di cromosomi di questi angeli umano di sesso maschile di aspetto è stato probabilmente anche 23, e che il loro DNA era probabilmente il 99,9% o più simili agli esseri umani che vivono in quel momento. Infatti, nel libro della Genesi nella storia di Abramo, che la Bibbia chiama angeli messaggero che sembravano uomini, e mangiava come gli uomini, "uomini" in un verso, e lo stesso "angeli" in un altro verso. Sembra che mentre gli angeli sono messaggeri in una forma fisica del corpo che a volte può essere come "uomini" nei loro corpi, anche fino a un livello di DNA e dei cromosomi. (Gn 18:22, 19:1)

Il corpo umano è mortale, e muore, mentre lo spirito umano dorme nella morte. Sarebbero questi figli hanno l'immortalità del corpo? Dio sembra parlare direttamente a questi angeli e le loro mogli umana, e dice loro,

"Il mio spirito non resterà sempre nell'uomo, perché anche lui [è] la carne: ma la sua vita sarà di centoventi anni" E così la Bibbia indica che questi figli giganti non hanno ricevuto l'immortalità fisica nei loro corpi, ma. piuttosto che i loro corpi sarebbero mortali. Non solo, ma che questi bambini sarebbero solo vivere fino all'età di 120 anni. Questo è stato un drastico calo nella durata della vita, come molti sono stati registrati a vivere circa 850 anni in media. Il versetto del pronunciamento di Dio di accorciato la durata di vita si posiziona tra i versi che descrivono questi angeli prendendo mogli, e il versetto raccontare dei loro figli gigante. Come tale sembra chiaro che Dio stava parlando in primo luogo a questi genitori sui loro figli. Ma aveva anche un significato secondario profetico.

L'(Nephilim) bambini giganti sembrano avere ereditato un paio di anomalie dai loro padri angelo, tratti fisici nuovo e peculiare. The first trait was a shortened life-span of only 120 years, and the second was gigantism in their bodies. Gigantism is caused by a pituitary brain tumor in humans today, essentially it is caused by cancer. It seems obvious that the physical genetic inheritance from their human-looking angel fathers was flawed and imperfect. Yet bodily they were human, as they are called “ men ”.

Of course, God's pronouncement is usually taken to have applied to all of humanity as a prophecy, as after this time it is recorded that human life-spans shortened to 120 years. But what seems to have happened here, connecting the dots, is that these offspring were the first ones to only live 120 years, and then this spread to the rest of humanity.

How could this be the case? It would seem that these giants (Nephilim) essentially did have human bodies, even though their genetics were deteriorated with imperfections, causing cancer and a shortened life-span. Nevertheless, they are called “ men ” and had human bodies. Jesus Christ is perhaps the only similar example we have in the Bible of someone who had a human mother, and non-human father. As Jesus Christ is the only Biblical example we have of something similar, He is the Biblical example we must use. Jesus Christ was fully God spiritually, but His body was fully human. And it also seems the same result was the case with these giants (Nephilim), that they were fallen angels in spirit, but they had fully human bodies, even though they contained genetic deterioration. Their fathers had angel spirits, and angel bodies, and their mothers had human spirits and human bodies. But they seemed to have the spirit of their fathers, but mortal bodies like their mothers. And this seems to be the same pattern as with Jesus, who had the same spirit as His Father God, but a human body like His mother Mary, and was a “ man “.

In having the spirits of their fathers (though not their bodies) it would stand to reason that these giants (Nephilim) had immortal spirits. If their physical mortal bodies died after 120 years, it stands to reason that their spirits would have still been immortal and continued living on, without a body. And in the Bible it is the demons who are evil spirits who seem to be looking for bodies to inhabit. And so the most likely origin of the demons in the Bible is that they are the immortal spirits of these dead giants (Nephilim). These are the demon spirits who now roam about, loosed from their dead bodies.

If these giant (Nephilim) offspring had human bodies, then it stands to reason that they also could reproduce with human women. In fact, they would have been a closer physical match with human women than their own fathers. And nothing in these verses indicates that these giants (Nephilim) were sterile. Rather they are called “mighty men of old, men of renown” and so they apparently were famous men, who may have had no problem getting wives. Without a voiced exception, “ men ”are generally able to reproduce.

If these giants (Nephilim) took wives and had children, the same pattern of spiritual inheritance should have also occurred. They would have had children with human bodies, but like their fathers, the spirits of the children would have also been like the fallen angels, and immortal. And so their children would have become demons as well, upon the death of their mortal bodies. There is every reason to think thought that these children could have been either male or female. This would mean that demons today could have at one time had male or female bodies.

This would also mean that a human man could have begat children with the daughter of a giant (Nephilim). If this were to have happened, the children of such a union would have had human spirits from their father, and also had human bodies. However, their bodies would have inherited the traits of genetic deterioration from their mother, leading to a shortened lifespan, cancer, and gigantism. And in this way, with continued intermixing, all of humanity could have come to have a shortened lifespan, and to be at risk for gigantism, and cancer which is the cause of gigantism. Gigantism seems to be a more recessive rare trait, whereas shortened lifespan seems to have been very dominant. This means human spirited people eventually could have had a maternal ancestor who was the daughter of a Nephilim, but themselves not be giants, even if they did have a shortened lifespan.


If this theory is correct on how spiritual heritage and physical heritage works, then seeing that we all live only 120 years today at most, and that people still have gigantism today, and many other sorts of cancers, it can pretty much be concluded that this intermixing is precisely what happened. And so such was the world before the flood.

It should also be noted that this all started taking place “when men began to multiply on the face of the earth, and daughters were born unto them” which would have been even as early as the daughters of Adam. “There were giants in the earth in those days; and also after that” means that there were giants (Nephilim) being born from as early as the time of Adam, all the way up into the days of Noah. This intermixing had a very long time to have a cumulative effect and to become widespread, as this is a span of at least 1650 years (Hebrew) to 2200 years (LXX) before God sent the worldwide Flood.

Why did God send the Flood? The Bible specifies in the very next verse that:

And GOD saw that the wickedness of man [was] great in the earth, and [that] every imagination of the thoughts of his heart [was] only evil continually. And it repented the LORD that he had made man on the earth, and it grieved him at his heart. And the LORD said, I will destroy man whom I have created from the face of the earth; both man, and beast, and the creeping thing, and the fowls of the air; for it repenteth me that I have made them. Gen 6:5-7

These giants (Nephilim) were called “men” in Gen 6:4. God was so grieved by the wickedness of men, which can refer to giants (Nephilim) as well, that God decided to destroy mankind. We know today that demons are evil spirits, and they oppress people with many negative things. They apparently were wicked back then also, back when they had their own mortal bodies, as were all men. It was because of the wickedness of all men, giant (Nephilim) or not (though they were included in this accounting), that God chose to destroy the world. It should be noted that the wickedness of all men was the reason for the Flood, and the stated reason was not the intermixing itself.

If intermixing happened as described above, it may have to do with why God spared Noah. This ties back to the prophecy of Eze 31, which describes a giant tree so tall, and with so many high branches, and boughs, that it outgrew everything else. These giants (Nephilim) are called “men” by the Bible, and so their children were all “men” also. Their bodies would have been human, and so God considered them human. But if you were to take a snapshot picture of the spirits of all the people who looked human living on the earth at that time, and look at it, what would you see? It could be that the vast majority of the population had immortal spirits originally begat of these angels who fathered the giants (Nephilim), while only a small minority of people had the mortal human spirits which were begat originally by Adam. Those with immortal spirits would not sleep in death, but would become what we know today as demons. Looking at the symbolism of Eze 31, it seems possible that humanity was spiritually being out-bred and becoming like an endangered species, though not out-bred physically. Physically there were many who had human bodies, everyone had a human body, but spiritually only a few had human spirits begotten originally from Adam.

“But Noah found favor in the eyes of the LORD. These [are] the generations of Noah: Noah was a just man [and] perfect in his generations , [and] Noah walked with God.” Gen 6:8-9

Noah had a perfect lineage tracing back to Adam, as is recorded in Genesis. Part of why Noah found favor in the eyes of the Lord was because he was a just man. But the other reason that Noah found favor with God was because his spirit was human, and traced back to Adam. One has to wonder just how much pure humanity was left in the world by the time of Noah. God did say that “all flesh” had corrupted His way, and there was violence cause of them.

“And God looked upon the earth, and, behold, it was corrupt; for all flesh had corrupted his way upon the earth. And God said unto Noah, The end of all flesh is come before me; for the earth is filled with violence through them; and, behold, I will destroy them with the earth… And, behold, I, even I, do bring a flood of waters upon the earth, to destroy all flesh, wherein [is] the breath of life, from under heaven; [and] every thing that [is] in the earth shall die.” Gen 6:12-13,17

And so God sent a worldwide Flood, which destroyed all people except for Noah and his family.

“Which sometime were disobedient, when once the longsuffering of God waited in the days of Noah, while the ark was a preparing, wherein few, that is, eight souls were saved by water” 1 Pet 3:20

We can know that Noah was “perfect in his generations” and therefore had a human spirit, seeing his lineage that traced back to Adam. Therefore, his three sons also had human spirits, and so all of humanity that was to follow after the flood would have human spirits also. But apparently while Noah was perfect in his generations, either his wife or daughter-in-laws were not perfect in their generations. The eight souls on the Ark were all human, including Noah's wife and daughters-in-law. Yet the fact that humanity dropped to having 120 year life-spans several generations after the flood, and gigantism showed up in their descendents, shows that not everyone on the Ark was “perfect in their generations”. Only Noah was specified to be.

Many people have thought that the change of shortened life-spans after the flood was due to atmospheric changes. But in fact one Christian creation scientist, Dr. Carl Wieland, has theorized that the loss of longevity could have been caused by genetics.

…“All positions which attempt to explain the 'lifespan drop' in environmental terms have another bit of data to explain, and that is the temporary persistence of longevity after the Flood. Noah was 600 at the time of the Flood, but lived another 350 years afterwards, in the post-flood atmosphere! Even in pre-Flood terms, Noah was already of moderately advanced age. One would presume that, if the post-Flood atmosphere/environment has such devastating effects on us now, then because Noah would have been instantly exposed to these same effects, it should have cut his life short much more rapidly. Actually, only Methuselah and Jared lived longer than Noah”…
“Even though the post-Flood decline is obvious, we see that eight generations after the Flood, people are still living more than twice as long as is common today. It would seem much easier to explain the situation if the change occurred within the makeup of humans, rather than external to them. If our longevity is genetically pre-programmed, then that can explain why Noah still lived for a considerable time after the Flood, regardless of any change in radiation or atmospheric pressure. In other words, he was fulfilling his genetic potential as far as lifespan was concerned (in the absence of accidental death or disease).”…
“I suggest that our ancestors simply possessed genes for greater longevity which caused this 'genetic limit' to human ages to be set at a higher level in the past”…
“If this suggestion has merit as the major (if not the sole) cause of greater pre-Flood ages, then the obvious question is how some of these longevity genes were lost. The human population went through a severe genetic bottleneck at the time of the Flood—only eight individuals. The phenomenon of 'genetic drift' is well-known to be able to account for 'random' selectively neutral changes in gene frequencies (including the loss or 'extinction' of genes from a population) which may be quite rapid. Also, loss of genes is far more likely in a small population.”…
“This brief essay is meant solely as a stimulus to further thought, not as a precise model of events. However, it would seem that an explanation along these lines would be feasible, especially if several genes contributed to such longevity. For this scenario to work Noah's sons and their wives would have to have significant heterozygosity at the relevant gene loci. That this could well have been so is suggested by the age of Shem at death -600, considerably less than that of his father. 'Short-lived' alleles of the relevant genes may always have been present, which would mean that in the pre-Flood world, there would have always been some individuals (homozygous for such alleles) living drastically less than the ages recorded for the patriarchs.”…

Dr. Carl Wieland,

creation.com/decreased-lifespans-have-we-been-looking-in-the-right-place

The idea is that before the flood there were people with genes for longevity, and those with genes for a shorter lifespan. The small population size which survived the flood could have resulted in the gene for longevity being lost, and the gene for a shorter lifespan coming to exclusively dominate the gene pool. If in fact the giants (Nephilim) and their descendents had genes for 120-year life-spans, and these genes were carried on the ark by one of the human women, this would line up perfectly. Noah “was perfect in his generations” and had a human spirit, as would all his descendents, and he had genes for longevity. But it is possible one of the women on the ark had genes for a shortened lifespan, because she, though human, was descended from a son of Adam and a daughter of the giants (Nephilim). And through such a bottleneck effect as proposed above, the shorter-lifespan genes came to dominate the population universally. This is in contrast to the rarer and more recessive genes that cause gigantism, which seem to have cropped up in only a minority of the population after the flood.

It is very important to note that because Noah had a human spirit, so did all of his sons Shem, Ham, and Japheth, and of their descendents. All the people after the flood were therefore human, having human spirits that would sleep in death, and human bodies, even if those bodies had genes that were corrupted by the messenger angel insurgence before the flood. All of the people living after the flood were human, even though eventually all people came to live no more than 120 years, and even though a minority of people after the flood developed gigantism.

However, if this entire theory about how spiritual/physical reproduction and lineage works through multiplication is incorrect, then what does the Bible teach?
Then the Bible simply describes these giants (Nephilim) as being “men”, and there is no Biblical argument to be made (that I have found) which explains what the demons are and where they came from. As such, in the absence of any such Biblical argument, the only thing to assume about the giants (Nephilim) is that they were “men” in every way. And then one would have to conclude that spiritually they were no different than any other human people, despite their angel fathers. One can only make the argument that the giants (Nephilim) became demons with Biblical backing and from Biblical argument if one accepts that the spirit of the child is multiplied from the parents, and at that, begat solely from the child's father.
But if one accepts that the spirit of the child is begat solely by the father of the child, then this also means that if the giants (Nephilim) had daughters (which the bodies of “men” can produce daughters) which a human man could have had a human-spirited child with. Even though such a daughter of a human father and Nephilim-daughter mother would have genetic corruption producing shortened lifespan and/or gigantism, that child would be human spiritually. And if such a female child was on the Ark, this could have led to shortened life-spans and gigantism in humanity after the flood.

One cannot pick and choose which parts of the ramifications of this theory to accept, without ignoring the simple logical implications of the theory. If the Bible teaches that we can know the giants (Nephilim) became demons, based on the spirit of the child coming from the father of the child, then by the same teaching it must be accepted that a human man could have human-spirited human children with a daughter of such giants (Nephilim).

Assuming this theory about multiplication and begetting is wrong then all I could say the Bible, God-breathed Holy Scripture, teaches is:

1. The giants (Nephilim) are called “men” and must be assumed to be have been human in every way, including their spirits, and as such (had they known Christ) would have been redeemable, and could have theoretically been saved by faith in Jesus Christ like any other human.

2. The Bible does not specify where the demons came from, these evil spirits who have no physical body and are not seen in a physical form, but seem to want to get in the bodies of people and animals. It is therefore a great mystery as to when God created the demons and where they came from.

Other teachings are out there which conclude that the demons came from the giants (Nephilim) but these teachings are based upon extra-biblical texts, and not the Bible. But the above 2 points are the only things that can be found in the Bible, or argued from the Bible, unless this theory about the spirit of the child being multiplied and begat by the spirit of the father, etc. is accepted as correct.

Alcuni insegnamenti sono là fuori idee che i giganti dopo il diluvio erano anche Nephilim, e deve essere stato causato da una seconda incursione di incrocio angeli caduti con le donne umane, che a mio avviso non è corretto. Nessun evento sia registrato nella Bibbia dopo il diluvio. Dio si è degnato di registrare la prima incursione dei "figli di Dio" nella Bibbia, così sapremmo cosa era successo, e quindi non c'è motivo di pensare che Dio ci avrebbe raccontato di una seconda incursione anche. L'idea che Dio ha nascosto questa conoscenza rende Dio sembrare incoerente, come Egli è stato schietto nel dire chi siamo la prima incursione. Non c'è alcuna ragione biblica per pensare c'è stata una seconda incursione di incrocio di angeli caduti con le donne umane. Il gigantismo dopo il diluvio e il accorciato la durata di vita sia possibile far risalire la prima incursione, che Dio è schietta circa nella Sua Parola. E 'anche ovvio che né ridotta durata della vita né gigantismo dovrebbe essere preso come prova positiva che chiunque viva dopo il diluvio è stato un "Nefilim", fino al oggi. Gli esseri umani hanno avuto gigantismo dopo il diluvio, come è riportato nella Bibbia, e gli esseri umani hanno avuto la durata di vita ridotta a 120 anni da quando il diluvio, come riportato nella Bibbia.

Inoltre Ezechiele 31, parlando di questi 6 eventi Gen, e la detenzione di questi angeli caduti che generò i giganti (Nephilim) nell'Abisso, afferma che:
To the end that none of all the trees by the waters exalt themselves for their height, neither shoot up their top among the thick boughs, neither their trees stand up in their height, all that drink water for they are all delivered unto death, to the nether parts of the earth, in the midst of the children of men, with them that go down to the pit. Thus saith the Lord GOD; In the day when he went down to the grave I caused a mourning: I covered the deep for him, and I restrained the floods thereof, and the great waters were stayed: and I caused Lebanon to mourn for him, and all the trees of the field fainted for him.””

Symbolically this passage, which we already covered in detail, tells that God sent these fallen angels of Gen 6 down to the prison of the Abyss at the time of the Flood. The stated purpose of imprisoning these sinful angels in the Abyss was “to the end that none of all” the trees (angels) would repeat these actions. The other “trees” who were angels mourned, and even fainted when God imprisoned these “sons of God” of Gen 6 in the Abyss. God specifies in this symbolic passage that He did this to the end that none of all the other angels would repeat the actions of Genesis 6. This was God's stated purpose for their imprisonment. As such what the Bible actually teaches is that no other fallen angels would repeat these actions, and this can be known as God's purpose will stand.

“I make known the end from the beginning, from ancient times, what is still to come. I say: My purpose will stand , and I will do all that I please.” Isa 46:10

“So shall My word be that goes forth from My mouth; It shall not return to Me void, But it shall accomplish what I please, And it shall prosper in the thing for which I sent it.” Isa 55:11

There may also be a second to the statement in Eze 31, which is in: “The LORD [is] good, a strong hold in the day of trouble; and he knoweth them that trust in him. But with an overrunning flood he will make an utter end of the place thereof, and darkness shall pursue his enemies. What do ye imagine against the LORD? He will make an utter end: affliction shall not rise up the second time.” Nah 1:7-9

The Bible seems to teach that God imprisoned the angels who begat children with women in Genesis for the specific purpose and reason that no other angels would repeat their actions. And so in the absence of any mention of these interbreeding events repeating after the Flood, and in the presence of God stating His purpose was for these events to not be repeated by any other angels, it seems clear that all the giants after the Flood were just giant humans. And there are still people afflicted with gigantism today, who are also human.

The lack of a second incursion of interbreeding after the flood, coupled with the fact that all flesh was destroyed in the worldwide Flood (save those on the Ark), indicates that if there was any relationship between the gigantism before the flood and gigantism after the flood, it must have come through those on the Ark. However, the 8 souls on the Ark were all human. Outlined here is a Biblical explanation of what happened, and how both shortened life-spans and gigantism still occurred after the flood, relating it to the Nephilim, while all the people on the Ark were still fully human. Barring this explanation, it would have to be concluded from the Bible that the gigantism of those before the flood and those after the flood is entirely coincidental.

We are now going to resume covering demons from the perspective that they have their origin in the giants (Nephilim) who existed only before the flood, who all died in the Flood (as “all flesh” was destroyed save the 8 human souls on the Ark), and that demons are the disembodied evil spirits of these giants (Nephilim). However, if you would like more information further confirming that the giants after the Flood were all humans having gigantism as people do today, and were not demon-Nephilim, please see the Appendix: No Nephilim Post-Flood .

After the flood of Noah demons were around, and seem to have been involved with people in many ways. One way they seem to have been involved with people was in idolatry.

“What am I saying then? That an idol is anything, or what is offered to idols is anything? Rather, that the things which the Gentiles sacrifice they sacrifice to demons and not to God, and I do not want you to have fellowship with demons. You cannot drink the cup of the Lord and the cup of demons; you cannot partake of the Lord's table and of the table of demons.” 1 Cor 10:19-21

Even as early as the time of Jacob in Genesis (1900s BC) it is recorded that Laban had idols (Gen 31). It seems that these idols were inspired by demons, and the worship of them must have involved interaction with demons. Many nations had idols and practiced idolatry, and demons seem to have been involved in all this, across the worldwide scope of many cultures. In the time of Moses (1400s BC) God forbade the making of idols in the Ten Commandments:

“Thou shalt not make unto thee any graven image, or any likeness [of any thing] that [is] in heaven above, or that [is] in the earth beneath, or that [is] in the water under the earth: Thou shalt not bow down thyself to them, nor serve them: for I the LORD thy God [am] a jealous God, visiting the iniquity of the fathers upon the children unto the third and fourth [generation] of them that hate me; And shewing mercy unto thousands of them that love me, and keep my commandments.” Ex 20:4-6

God also forbade the Israelites to be involved with various types of magic, familiar spirits, and necromancy.

“A man also or woman that hath a familiar spirit, or that is a wizard, shall surely be put to death: they shall stone them with stones: their blood [shall be] upon them.” Lev 20:27

According to the Strong's Concordance, the word here for “familiar spirit” means “ghost, spirit of a dead one, necromancy, one who evokes a dead one, one with a familiar spirit”. If one considers that demons are actually the spirits of the dead giants (Nephilim), then it makes a lot of sense that it is demons who are being referenced to here as the “ghost, spirit of a dead one”. And it is forbidden for God's people to “evoke the spirit of a dead one”, or to have anything to do with a demon, let alone to become familiar, gain familiarity, with one. The term here for “wizard” is “one who has a familiar spirit” and “necromancer”, again this is having a relationship with a demon.

“When thou art come into the land which the LORD thy God giveth thee, thou shalt not learn to do after the abominations of those nations. There shall not be found among you [any one] that maketh his son or his daughter to pass through the fire, [or] that useth divination, [or] an observer of times, or an enchanter, or a witch, Or a charmer, or a consulter with familiar spirits, or a wizard, or a necromancer . For all that do these things [are] an abomination unto the LORD: and because of these abominations the LORD thy God doth drive them out from before thee.” Deut 18:9-12

Some of these same terms are used again in Deut 18, forbidding the people to practice, or to consult with anyone who practiced, having a relationship with a demon. God calls this an abomination, and makes clear that those nations around at the time all did practice these things. As such we can know historically that demons were interacting with people all throughout the world in this time period, as familiar spirits in various magical practices.

In the time of Jesus many in Israel and the surrounding nations, had come to be demonized and a major part of Jesus' ministry was in casting demons out of those who were demonized, and thereby healing them.

“Jesus was driving out a demon that was mute. When the demon left, the man who had been mute spoke, and the crowd was amazed. But some of them said, “By Beelzebub, the prince of demons, he is driving out demons.” Others tested him by asking for a sign from heaven. Jesus knew their thoughts and said to them: “Any kingdom divided against itself will be ruined, and a house divided against itself will fall. If Satan is divided against himself, how can his kingdom stand? I say this because you claim that I drive out demons by Beelzebub. Now if I drive out demons by Beelzebub, by whom do your followers drive them out? So then, they will be your judges. But if I drive out demons by the finger of God, then the kingdom of God has come to you.” Luke 11:14-20

It stands to reason that demons had also been inflicting people in times prior to then, as there already were Jewish people who were driving out demons at the time, prior to Jesus doing so. Jesus also makes clear that Satan had power over the demons, and Jesus equates the “prince of demons” or “Beelzebub” to either be Satan, or be working for Satan. And so it becomes clear that the demons were working for Satan.

Further confirmation that demons were the disembodied spirits of the dead giants (Nephilim) is seen in that they seemed to be familiar with God having sent someone to the Abyss in punishment, in specific their angel fathers.

Luke 8:28-31 “When he saw Jesus, he cried out and fell at his feet, shouting at the top of his voice, “What do you want with me, Jesus, Son of the Most High God? I beg you, don't torture me!” (For Jesus had commanded the evil spirit to come out of the man. For oftentimes it had caught him: and he was kept bound with chains and in fetters; and he brake the bands, and was driven of the devil into the wilderness.) Jesus asked him, “What is your name?” “Legion,” he replied, because many demons had gone into him. And they begged him repeatedly not to order them to go into the Abyss.”

The term here for Abyss is the same word that is used in Revelation, the same place where the locusts are released from. And as we have covered, this is synonymous with the lowest part of the Earth mentioned in Ezekiel 31, and Tartaros the prison of the angels who sinned before the Flood. And so the demons are aware that their angel fathers or paternal ancestors are imprisoned in the Abyss, and fear being imprisoned there themselves.

It is also interesting to note that the demons knew that Jesus was the son of God. In many places the attitude of the demons towards Jesus seems to be one of fear, and they beg and entreat him to not torment them, asking if he is going to destroy them.

“Ah! What do you want with us, Jesus of Nazareth? Have you come to destroy us? I know who you are–the Holy One of God!” Luke 4:34

“And cried with a loud voice, and said, What have I to do with thee, Jesus, [thou] Son of the most high God? I entreat thee by God, that thou torment me not.” Mark 5:7

That they seemed to be seriously afraid is confirmed in:

“You believe that there is one God. You do well. Even the demons believe—and tremble in fear.” James 2:19

As part of his ministry, Jesus gave authority to His disciples to cast out demons.

“And when he had called unto [him] his twelve disciples, he gave them power [against] unclean spirits, to cast them out, and to heal all manner of sickness and all manner of disease.” Mat 10:1

And they went out, and preached that men should repent. And they cast out many demons, and anointed with oil many that were sick, and healed [them]. Mark 6:12-13

“And the seventy returned again with joy, saying, Lord, even the demons are subject unto us through thy name. And he said unto them, I beheld Satan as lightning fall from heaven. Behold, I give unto you power to tread on serpents and scorpions, and over all the power of the enemy: and nothing shall by any means hurt you. Notwithstanding in this rejoice not, that the spirits are subject unto you; but rather rejoice, because your names are written in heaven.” Luke 10:17-20

Jesus made clear that in the future His followers also would continue to cast out demons.

“And these signs shall follow them that believe; In my name shall they cast out devils; they shall speak with new tongues” Mark 16:17

And believers did just that, such as Paul who is recorded to have cast out a demon in Jesus' name in Acts.

“Now it happened, as we went to prayer, that a certain slave girl possessed with a spirit of fortune-telling met us, who brought her masters much profit by fortune-telling. This girl followed Paul and us, and cried out, saying, “These men are the servants of the Most High God, who proclaim to us the way of salvation.” And this she did for many days. But Paul, greatly annoyed, turned and said to the spirit, “I command you in the name of Jesus Christ to come out of her. ” And he came out that very hour.” Acts 16:16-18

Christians have been casting demons out in the name of Jesus Christ ever since that time, and still do today. Demons have been located here on earth since their beginning, and through the book of Revelation into the future there seems to be no change in this. They are on earth and demonize people. In the book of Revelation there is a place where demons seem to be mentioned in specific as playing an important role, working for Satan.

“And I saw three unclean spirits like frogs coming out of the mouth of the dragon, out of the mouth of the beast, and out of the mouth of the false prophet. For they are spirits of demons, performing signs, which go out to the kings of the earth and of the whole world, to gather them to the battle of that great day of God Almighty. (Behold, I am coming as a thief. Blessed is he who watches, and keeps his garments, lest he walk naked and they see his shame.) And they gathered them together to the place called in Hebrew, Armageddon.” Rev 16:13-14

These demons perform signs and gather the kings of the earth to the battle of Armageddon. However, they do this before Jesus Christ has actually returned. And so they are leading the kings to gather to battle Jesus before Jesus has returned. They seem to know Jesus is returning, but it is very questionable that the kings of the earth are aware of who it is they are gathering to fight against. It seems likely they would not realize it is Jesus who they are preparing to battle, but under a great deception, they would believe they are gathering to fight someone else.

The other interesting thing here is that the demons, who do not have bodies or look like anything, are said to look like frogs. The word here for “like” means “resembling” or “comparable to”. If these demons were to possess some actual frogs, then they would look like frogs. However, would the kings of the earth follow demon-possessed frogs to a battle, even if these frogs seemed to be performing signs? It seems doubtful. I have some further ideas on this, which you can read about in the Appendix , which ties this to the theory-of-evolution-based growing belief in “alien” life in outerspace.

After the millennial reign of Jesus Christ on earth, Satan is let out of the Abyss for a short time, and then thrown into the lake of fire, defeated forever. After this comes the Judgment.

“Then I saw a great white throne and Him who sat on it, from whose face the earth and the heaven fled away. And there was found no place for them. And I saw the dead, small and great, standing before God, and books were opened. And another book was opened, which is the Book of Life. And the dead were judged according to their works, by the things which were written in the books. The sea gave up the dead who were in it, and Death and Hades delivered up the dead who were in them. And they were judged, each one according to his works. Then Death and Hades were cast into the lake of fire. This is the second death. And anyone not found written in the Book of Life was cast into the lake of fire.” Rev 20:11-15

It seems that at the Judgment is when this prophecy will be fulfilled:

I have sworn by Myself; The word has gone out of My mouth in righteousness, And shall not return, That to Me every knee shall bow, Every tongue shall take an oath. Isa 45:23

For it is written: “As I live, says the LORD, Every knee shall bow to Me, And every tongue shall confess to God.” Rom 14:11

At the judgment both great and small, all the dead, are going to be judged. Demons seem to be referenced to as spirits of the dead in the Old Testament. And every knee will bow and every tongue will confess to God. As the demons were at one time called “men” and had knees and tongues, it stands to reason that they will also be at the Judgment to bow and confess and be judged. And if their names are not found in the Book of Life, they will be thrown into the lake of fire, which is the second death.